Aeroporto di Bologna, l’hostess diventa virtuale

Quali sono le dimensioni consentite per i bagagli a mano? Quali servizi sono previsti per le famiglie con bambini? Qual è il gate del volo? Ma anche quali sono le modalità e le regole per permettere l’accesso a bordo degli animali. Sono solo alcune delle domande alle quali risponderà l’hostess virtuale.

E’ infatti attivo allo scalo Marconi di Bologna – il primo aeroporto in Italia ad avvalersi di questa nuova tecnologia – l’assistente virtuale che, attraverso l’uso di immagini olografiche, fornirà ai passeggeri tutte le informazioni necessarie e di cui hanno bisogno.

La nuova tecnologia, che è stata sviluppata dall’azienda italiana Virtualpromoter.it in collaborazione con l’area innovazione tecnologica dell’Aeroporto di Bologna, ha come obiettivo quello di accrescere l’efficienza dei servizi di informazione e la soddisfazione dei passeggeri, ed allo stesso tempo ridurre i tempi di attesa nei punti chiave del Terminal.

Secondo i fornitori del servizio questo nuovo sistema permette di catalizzare l’attenzione del passeggero ottimizzando l’esito delle varie iniziative.

Il servizio si attiva automaticamente al passaggio delle persone, fornendo dettagli utili sia in lingua italiana che  in inglese. A dare un volto all‘immagine virtuale della hostess è una vera dipendente dell’Aeroporto di Bologna si tratta di Alessandra Morretta, che svolge le mansioni di addetta alla security, e che ha prestato volto e voce a questa nuova iniziativa.

Il sistema in via sperimentale prevede al momento una sola macchina, che è stata posizionata nei pressi dei varchi di sicurezza dello scalo emiliano, il servizio potrà essere potenziato con l’attivazione di altre postazioni.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *