Afghanistan, muore soldato italiano

La missione militare italiana in Afghanistan conta, purtroppo, un’altra vittima.

Si tratta del tenente Alessandro Romani di anni 36, militare esperto, il quale aveva partecipato a numerose operazioni internazionali.

La sparatoria e’ avvenuta nella zona di Bakwah, nell’area a est di Farah, nella provincia di Herat.

Durante un’operazione, avente lo scopo, di catturare quattro persone, le quali erano state sorprese, da un un velivolo senza pilota Predator, a collocare una bomba rudimentale lungo la strada che collega Farah a Delaram.

I ricercati si erano rifugiati in un’abitazione verso la quale si stava dirigendo un elicottero da trasporto Ch47 con a bordo gli elementi delle forze speciali, scortato da due elicotteri Mangusta.

Nell’avvicinamento al covo i velivoli venivano bersagliati da numerosi colpi di armi da fuoco, i quali hanno ferito i due militari italiani. Questi ultimi venivano ricoverati presso l’ospedale Role 2 di Farah e, inizialmente, non sembravano in pericolo di vita; purtroppo, successivamente, le condizioni di Romani si sono aggravate fino al sopraggiungere delal morte.

Sale a 30 il numero delle vittime della missione in Afghanistan. Il tributo delle missione italiana comincia a essere pesante a testimonianza delle difficolta’ incontrate nel pacificare il Paese, flagellato dalle azioni delle armate Talebane sempre piu’ agguerrite nella loro lotta di resistenza.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *