Aids: nel DNA un possibile vaccino

La lotta all’Aids continua a fare enormi progressi. L’ultimo grande passo è stato compiuto da un gruppo di ricercatori europei, coordinato da Guido Poli dell’Università Vita-Salute San Raffaele di Milano e da Agostino Riva dell’Università statale di Milano.

Da tempo, infatti, era sotto osservazione del gruppo il fenomeno per cui alcuni individui sieropositivi (circa due su cento) riescono a tenere sotto controllo il virus dell’Hiv spontaneamente, senza prendere alcun farmaco. E alla fine, il mistero  stato svelato.

La ricerca, infatti, pubblicata sul “Jornal of infectious diseases, è giunta alla scoperta di alcune caratteristiche del DNA legate appunto alla resistenza al virus. Tali caratteristiche sono state identificate in 47 varianti genetiche, dette Snp (ovvero mutazioni riguardanti una singola unità della catena di DNA) presenti in modo più marcato nelle persone infette resistenti al virus piuttosto che nelle altre.

Ai fini della ricerca, sono state raggruppate ben 144 persone sieropositive, il cui patrimonio genetico è stato confrontato con quello di 605 persone con malattia attiva; i risultati, inoltre, hanno portato anche alla esatta localizzazione di queste 47 varianti genetiche all’interno del genoma umano, situata sul cromosoma 6 e corrispondente al gruppo III del cosiddetto “complesso maggiore di istocompatibilità” (MHC), insieme di geni adibiti alla difesa immunitaria.

Ed è proprio sull’MHC che, in passato, erano state individuate altre sequenze genetiche legate alla resistenza all’Hiv. Tali sequenze si trovavano però nel gruppo I dell’MHC, quello responsabile della risposta immunitaria specifica.

Tali  ricerche aprono certamente nuove speranze alla messa appunto di un vaccino contro l’AIDS. I costi però sono alti e, in mancanza di altri fondi, i ricercatori sperano fortemente che la pubblicazioe degli straordinari risultati spinga l’Unione europea ad offrire ulteriori finanziamenti.

 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *