Alcuni episodi per ricordare Francesco Cossiga

La vita di un ex Presidente della Repubblica…la vita di un ex Ministro degli Interni…la vita di un ex senatore a vita..tutto questo e tanto altro è la vita di Francesco Cossiga, soprannominato il “picconatore” o “l’americano”.

Francesco Cossiga, il giorno 17 Agosto 2010 all’età di 82 anni ci ha lasciato presso il Policlinico Gemelli di Roma dopo esser ricoverato il giorno 9 di Agosto 2010 per gravi disturbi legati alla respirazione; Cossiga aveva compiuto da poco 82 anni, precisamente il 26 Luglio scorso.

Ma chi è stato Francesco Cossiga? Indubbiamente un personaggio amato ed odiato dal popolo..un personaggio definito comodo o scomodo a seconda da come si guardi la politica e dal colore insito in essa, ma come ogni personaggio pubblico la sua vita è caratterizzata da alcuni passi chiave storici, che di sicuro entreranno a far parte della storia della nazione e ovviamente, della storia della sua vita.

Vorrei ripercorrere alcune “tratte fondamentali” o istantanee della vita dell’ex Presidente Francesco Cossiga:

– Luogo la capitale, Roma..Anno 1966. Cossiga diventa sottosegretario alla difesa. I suoi incarichi specifici di sicuro più importante quello di sovraintendere all’organizzazione segreta meglio nota come “Gladio”; nel 1991 scoppiò poi lo scandalo e Cossiga urlò a gran voce di essere processato.

Sempre Roma..Maggio 1978, una data da ricordare…Via Caetani, e il cadavere di Aldo Moro. Tra la folla stupefatta e colpita dal dolore si vede Francesco Cossiga; Si ricorda la sua frase: “Se ho i capelli bianchi e le macchie sulla pelle è per questo. Perché mentre lasciavamo uccidere Moro, me ne rendevo conto. Perché la nostra sofferenza era in sintonia con quella di Moro”; Di li a poco diede le dimissioni da Ministro degli Interni.

Washington 1980. Cossiga ottenne grandi consensi dopo un discorso al Congresso negli Stati Uniti D’America. Durante il suo governo gran legame fu instaurato con gli USA e per questo, dai partiti delle sinistre gli fu accreditato l’appellativo di 2Americano”; Suo il merito per l’installazione degli euromissili in Italia e grandi consensi ottenne per la sua politica anche in virtù del fatto che grazie ad un ottimo dialogo con Berlinguer, il pci non gli andò mai contro.

Roma 1989 Francesco Cossiga fu nominato presidente della Repubblica: Nel messaggio di fine anno (suo primo dopo la nomina a presidente) si ricorda la sua prima frase dopo la caduta del muro di Berlino: ”Sono cambiate tante co­se all’Est… siamo a un nuovo punto di par­tenza, anche noi italiani abbiamo bisogno del vento della libertà” Il picconatore? Si gli fu accreditato nei suoi anni da presidente della Repubblica dopo che iniziò duri attacchi alla classe politica, il suo ex partito politico, la magistratura ed altre cariche. Un fatto è certo…Francesco Cossiga ha scritto pagine importanti della storia Italiana…!

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *