Alfonso Luigi Marra e lo strategismo sentimentale tra Manuela Arcuri e Lele Mora

Tutto cominciò con sua figlia che promuoveva il libro di suo padre, recitando con uno spiccato accento campano e guardando in modo poco simulato al gobbo lì accanto: “La storia di Giovanni e Margherita, la storia di ognuno di noi per divulgare una scoperta che modificherà profondamente il contesto umano…Un libro tabù di un uomo tabù.”

Insomma ce n’era abbastanza perché l’autore si fermasse qui con la pubblicità il cui storyboard non invitava pressochè nessuno a leggere l’opera.

E invece Alfonso Luigi Marra, l’autore, ha insistito tanto da aver creato un fenomeno mediatico per promuovere il suo nuovo libro “Il labirinto femminile“: quello dello strategismo sentimentale (basta andare su youtube per rendersi conto della quntità di parodie che ne sono state fatte).

Prima protagonista assoluta di questa chicca della comunicazione televisiva è Manuela Arcuri che, con uno sguardo che nelle sue intenzioni avrebbe voluto essere enigmatico, riceve un sms (la colonna sonora è da film horror, l’inconscio evidentemente esiste…) e quindi descrive la trama del romanzo.

A questo punto arriva il tormentone: “Un’opera per liberare la coppia e la società dallo strategismo sentimentale che le tormenta e ha enormemente rallentato il cammino della civiltà. E’ bellissimo.”

Manuela Arcuri e lo strategismo sentimentale

Come prevedibile, su facebook si è scatenato l’inferno ed è subitaneamente sorto un gruppo fan intitolato  “Lo strategismo sentimentale che ha rallentato il cammino della civiltà” che conta quasi 7000 membri.

E’ notizia di pochi giorni fa che Marra ha trovato tra i suoi sponsor niente meno che Lele Mora e ormai anche il suo video è tra i più cliccati su youtube. La pubblicità di Lele Mora recita, dopo un discutibile gioco di parole e di immagini su specchi e brame: “Non sono un critico, ma Il labirinto femminile è il libro più straordinario che ho mai letto e allora mi sono offerto, per 1 euro, di rompere il silenzio assordante di quelli che dovrebbero parlare, ma credo temano causi gli attesi cambiamenti (?!)”.

Lele Mora e il labirinto femminile: spot

Credo che per ora ce ne sia abbastanza e a questo punto aspettiamo con ansia nuovi incredibili testimonial del libro di Alfonso Luigi Marra, avvocato e scrittore, nonchè ottimo venditore di se stesso: è chiaro infatti che l’insostenibilità mediatica del booktrailer è stata volutamente cercata per lanciare una campagna virale in rete (lo spazio in cui si concentrano ormai le nuove frontiere della comunicazione) e che infatti sta dando i suoi frutti.

9 Comments

  1. Morfina 14 gennaio 2011
  2. antonianerd 14 gennaio 2011
  3. Morfina 14 gennaio 2011
  4. Morfina 14 gennaio 2011
  5. John 15 gennaio 2011
  6. carlo 9 febbraio 2012
  7. luna 12 giugno 2012
  8. luna 11 luglio 2012
  9. fede 1 novembre 2012

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *