ancora i dipendenti pubblici nel mirino

Il ministro Fornero ha deciso di stupire con effetti speciali dichiarando che i dipendenti pubblici andrebbero licenziati per motivi disciplinari come quelli del settore privato, aggiungendo che le pari opportunità non sono solo quelle tra uomini e donne.
La diversità di trattamento tra dipendenti privati e pubblici e ormai risaputa e dibattuta da molti anni.
Le diversità vengono dipinte come privilegi e fomentate ad arte per creare e mantenere una guerra civile tra poverIl ministro Fornero ha deciso di stupire con effetti speciali dichiarando che i dipendenti pubblici andrebbero licenziati per motivi disciplinari come quelli del settore privato,i che miete vittime innocenti.

Il dipendente pubblico non può essere di norma licenziato, ma il suo contratto non è rinnovato da diversi anni. Molti accusano i dipendenti pubblici di essere fannulloni, dimenticando che per ogni mela marcia (che esiste in ogni settore compreso quello privato) c’è un dipendente che si spacca la schiena per lavorare il doppio.
Inoltre si dovrebbe aprire un doloroso capitolo dei dipendenti privati con un secondo lavoro in nero.

In definitiva questa è la guerra tra poveri da cui trae vantaggio solo la mala politica.
I lavoratori, senza etichette e distinzioni, dovrebbero viceversa battersi per un adeguamento delle condizioni lavorative al rialzo e non al ribasso come vorrebbe il ministro.
I diritti si ampliano e non si restringono.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *