Approvata la “legge Bondi” sulle fondazioni liriche

E’ appena stata approvata dal Senato la tanto discussa legge Bondi sulle fondazioni liriche.

Il Senato approva la nuova legge con 150 voti favorevoli, trasformando il decreto legge in legge vera e propria, scatenando polemiche e animazioni dei lavoratori dinanzi la Scala di Milano.

Sono stati solo 3 gli astenuti e 112 i contrari in aula.

I tagli alle opere liriche previsti dalla legge Bondi hanno fatto infuriare molti milanesi che si sono sentiti traditi dal sindaco di Milano, il quale sembra non abbia fatto nulla per impedire il passare all’attivo del decreto.

I musicisti sotto alla Scala di Milano si sono radunati e tutti insieme hanno intonato le musiche della Turandot e la Carmen, ma su di loro spiccano lo striscione contro il loro sindaco che sosteneva sarcasticamente:

“Moratti la donna immobile”.

A niente sono serviti gli scioperi dei lavoratori alla Scala e le promesse che sono loro state fatte in questi giorni, il decreto Bondi del ministro della cultura, ormai è stato approvato dal Senato, e la sopravvivenza delle opere liriche ora sono messe a dura prova.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *