Arezzo: uccide fratello a martellate e poi si suicida

E’ finita in tragedia la lite di due fratelli Pasquale e Luciano Parigi ad Arezzo.

I due fratelli litigavano spesso per futili motivi come per esempio il tipo di semina da usare nei campi oppure sulla gestione dei lavori, infatti, sarebbe stata quest’ultima lite a innescare la furia omicida di Luciano ai danni di suo fratello Pasquale.

Sembra che la lite causata probabilmente da futili motivi sia iniziata con dei calci e pugni e poi Luciano ha incominciato a sferrare dei colpi di martello sulla testa del fratello. Quando si è reso conto che il fratello era morto, si è tagliato la gola. I due sarebbero stati sentiti da un vicino di casa che vive presso l’abitazione.

Il martello con cui Luciano, 48 anni,  ha fracassato il cranio del fratello Pasquale, 50 anni, è stato trovato dalla polizia ancora conficcato sul cranio della vittima. A trovare i corpi dei due fratelli senza vita è stata la madre.

No Responses

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *