Arrestato ex assessore leghista per sfruttamento prostituzione

E’ di oggi la notizia sul Il Mattino di Padova dell’arresto dell’ex assessore leghista di Barbarano Vicentino, Alessandro Costa, con l’accusa di sfruttamento della prostituzione.

L’assessore con delega alla sicurezza e allo stesso tempo vigile urbano, nell’agosto scorso era stato accusato di aver fatto affari con siti internet di annunci hard, favorendo la  prostituzione di ragazze dell’est e transessuali sudamericani nell’ambito dell’indagine “Escort Ungheria“.

Alessandro Costa quindi non aveva esitato a dimettersi perché indagato dalla Procura di Padova.

Le accuse si erano dimostrate molto gravi: l’assessore sarebbe stato al vertice di un’organizzazione criminale che procacciava ragazze straniere dell’Est Europa e trans mettendo i loro annunci hot su diversi siti internet. In cambio le ragazze dovevano versare un canone mensile di 150 euro per pubblicare le loro offerte di appuntamento.

Costa era titolare degli indirizzi internet (www.bestannunci.us e www.bestannunci.in) e aveva due complici. In seguito a questo episodio la Lega Nord aveva deciso la sospensione dal partito.

Questa notte dunque è scattato l’arresto che ha chiuso il cerchio delle indagini e l’ex assessore è finito in carcere.

Sembra che il lupo però non avesse perso il vizio dopo le accuse dell’agosto scorso: Costa è stato arrestato in flagranza al casello autostradale di Padova Ovest dopo aver ricevuto i soldi da una prostituta.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *