As Roma: raggiunto accordo tra i Sensi e Unicredit

Le incertezze sul futuro della A.S. Roma sono finite. E’ stato raggiunto un accordo tra l’attuale proprieta’ della squadra giallorossa e la Banca Unicredit, in modo da azzerare il debito della prima nei confronti della seconda per 321 milioni di euro.

L’accordo stabilisce che UniCredit e Italpetroli diano vita ad una societa’ (Newco Roma) partecipata dalla Famiglia Sensi e da Unicredit secondo le proporzioni di partecipazioni di ognuna in Italpetroli (rispettivamente, 51% e 49%), il cui obiettivo sara’ procedere alla valorizzazione del pacchetto azionario della As Roma.

Il consiglio di amministrazione della nuova controllante della squadra capitolina sara’ composto da tre consiglieri, di cui uno indicato dalla famiglia Sensi, uno indicato da Unicredit ed il terzo, presidente con piene deleghe operative, nella persona di Attilio Zimatore, professionista indipendente, che gode della fiducia di entrambe le parti.

In attesa che l’advisor Rothschild individui il futuro acquirente, la Roma continuera’ ad essere gestita dall’attuale dirigenza: la presidente Rossella Sensi, in particolare, avrà deleghe speciali da parte di Unicredit per far fronte a tutte le esigenze del club. Il giorno in cui però sarà trovato un acquirente, non sarà la famiglia Sensi ma Unicredit a valutare se cedere o no la proprietà del club.

Finisce nel modo piu’ triste la storia della famiglia Sensi alla guida della “magica Roma”: una grande storia d’amore cominciato dal grande Franco Sensi finita per la fredda e impietosa legge dei numeri.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *