Assange: la verità e il reato.

Assange torna a fare parlare di sè in occasione della profezi dei Maya, annunciando che ha ancora 1 milione di file riservati che pubblicherà nel 2013. La questione è piuttosto oscura in quanto è accusato di reati sessuali in Svezia, in particolare di non avere utilizzato il preservativo e forse anche di violenza dico forse perchè mi sembra ci sia abbastanza confusione perlomeno nei giornali italiani, alcuni parlano semplicemente di rapporti non protetti altri di violenza vera e propria.Contemporaneamente gli Stati Uniti vogliono processarlo per il reato di avere pubblicato documenti segreti, rischierebbe anche la pena di morte.
Forse è giusto che Assange venga processato anche per la divulgazione del materiale segreto ma anzitutto minacciarlo di pena di morte a mio parere è vero terrorismo poi ci sarebbe da chiedere se Assange ha fatto del bene o del male al mondo pubblicando quei segreti,non voglio però certo dare una mia opinione al riguardo,ma se Assange e il suo gruppo sono riusciti a carpire quelle informazioni magari avrebbero potuto farlo anche entità politiche o gruppi davvero terroristici.Forse la vera lezione è che i file davvero segreti non si devono tenere su di un computer specialmente se collegato a internet(è così che m’ immagino che sia riuscito ad ottenere le informazioni).

2 Comments

  1. Cristine 5 gennaio 2013
  2. Federico Zancaner 5 gennaio 2013

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *