Attenzione a cosa scrivete su Facebook, si rischia il licenziamento

Non è una chimera è realmente accaduto

Ha un nome ed un cognome la donna che per un post su facebook relativo al mal funzionamento della mensa scolastica in cui lavorava prima ha ricevuto un allontanamento di cinque giorni e poco dopo ha perso completamente il lavoro.

facebook

Daniela Ciampa, di 38 anni residente a  Nichelino in provincia di Torino, sul social aveva postato una frase inequivocabile, diceva infatti:” neanche io mangerei polenta e scarafaggio”

Ha  poi dichiarato di non averlo scritto come dipendente della mensa ma come mamma che paga 380 euro al mese per la mensa di suo figlio, infatti il suo bambino va a scuola proprio dove è presente il servizio della ditta dove la donna lavorava.

Nonostante la sua denuncia non è stata reintegrata al suo lavoro perchè secondo la legge la persona che perde il lavoro può esser reintegrato solo se il fatto che viene contestato dal datore di lavoro non sussiste ed è dimostrabile il contrario, ma purtroppo il post sul social esiste.

Attenzione quindi a cosa scrivete perchè se è certo che è un vostro spazio sul mondo è anche certo che tutti possono leggere ciò che scrivete.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *