Auschwitz, ritrovata scritta “Arbeit macht frei”

Auschwitz

E’ stata ritrovata la scritta “Arbeit macht frei (“Il lavoro rende liberi”), il simbolo della Shoah che campeggiava all’ingresso del campo di concentramento di Auschwitz ed il cui furto all’alba di venerdì ha sollevato sdegno e condanna ovunque, in particolare in Israele e nella diaspora ebraica.

I presunti ladri, cinque uomini, sono stati arrestati nel nord della Polonia e rischiano fino a 10 anni di reclusione. Il pannello in ferro battuto, lungo cinque metri, è stato ritrovato spaccato in tre.

Il furto della scritta è forse stato compiuto su richiesta di un collezionista. Lo ritiene l’emittente polacca Rmf Fm, secondo la quale la scritta potrebbe essere stata “ordinata” attraverso Internet.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *