Automobili e assicurazioni: cosa è cambiato quest’anno?

Da un’indagine svolta dall’Osservatorio assicurativo auto (un comparatore di assicurazioni nato sul web), nel campo delle assicurazioni delle auto ci sono diverse novità rispetto all’anno scorso.

Tali novità riguardano sia le variazioni percentuali delle polizze che, più in generale, i dati sul valore e l’utilizzo delle auto assicurate.

Innanzitutto,  si nota una leggera diminuzione (circa dell’1%) delle polizze per auto nuove e un corrispondente incremento delle polizze legate all’acquisto di un’auto usata(2%).

Gli italiani, insomma, continuano a preferire l’acquisto di auto usate. Tra l’altro, il valore medio delle auto nuove è passato da 21.700 euro a 22.400 euro.

Se poi si tiene conto del fatto che l’anzianità media delle auto usate è in progressivo aumento (ha raggiunto i 7,7 anni),  ci si rende conto di quanto anche il mercato automobilistico stia attraversando un periodo difficile.

Un altro dato su cui riflettere è la diminuzione della percentuale di auto ecologiche: solo il 5% di tutte le auto assicurate segue i nuovi standard. Ciò è sicuramente un effetto del venir meno degli incentivi statali.

In riduzione sono anche le aspettative di utilizzo delle automobili: circa il 64% degli assicurati ritiene di usare la macchina per meno di 10000 chilometri l’anno.

Sull’utilizzo degli antifurto, invece, i dati sono stabili: il 26% degli assicurati non utilizza alcun antifurto.

Anche i dati sugli intestatari delle polizze assicurative presentano diverse novità.

E’ in aumento, infatti,  il numero di coloro che scelgono di effettuare la polizza assicurativa online (circa il 70% di questi è di sesso maschile ed ha un’età media di 42 anni).

Notizie positive per quanto riguarda  la Classe Bonus Malus: il 44% degli assicurati è in prima classe e circa l’85% non ha mai causato incidenti.

E’ sicuramente  “meno positivo”, invece, l’aumento dei prezzi in corso: il premio RC (la copertura obbligatoria per legge) medio proposto da 18 compagnie assicurative prese come campione è infatti pari a 1.030 euro, ovvero in ulteriore aumento rispetto al 15% dell’ultimo semestre del 2009. Ciò ha spinto la maggioranza degli assicurati a scegliere la sola RC, mentre solo il 19% ha scelto anche le garanzie Furto e Incendio o Kasko/Minikasko.

Dai dati risultano quindi sia il momento di difficoltà del settore automobilistico che la diffusione sempre più ampia delle assicurazioni online, che a quanto pare offrono i prezzi più convenienti.

Resta da solo da cercare sul Web, quindi, la soluzione più adeguata alle proprie esigenze.

No Responses

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *