Babbo Natale, una volta, era verde!

Sembra incredibile, all’alba di una nuova era, eppure ancora moltissima gente non è a conoscenza di una delle più grandi e, passateci il termine, “fantomatiche” mosse commerciali che siano mai state attuate a questo mondo.

Il marketing, si sa, è importantissimo. Le grandi multinazionali spendono fior fior di quattrini in pubblicità con le quali cercano di attirare l’attenzione e le preferenze del cliente, al quale vengono sottoposte, con Jingle che ti rimbombano nella testa diventando spesso e volentieri delle vere e proprie hit, con splendide testimonial, personaggi del mondo dello spettacolo che prestano (venendo pagati profumatamente) la loro bella immagine e quant’altro…

… e proprio una di loro, una delle più famose in assoluto, è riuscita in qualcosa che ha dell’incredibile. Leggendario, se vogliamo: ha cambiato colore del vestito di Babbo Natale a partire dagli anni ’30.

Stiamo parlando di Coca-Cola. Chi non conosce questo marchio, con le sue tante bibite zuccherine complici dell’obesità prematura di molti giovani, il particolare font scelto per il nome, le sue tipiche ed uniche lattine rosse lucenti. E proprio dal suo marchio arrivano i colori che contraddistinguono il buon vecchio panzone che gira su una slitta che più ecologica non si può da ormai ottant’anni: il rosso e il bianco.

Si, perché prima che suddetto marchio utilizzasse l’ immagine fiabesca del babbo porta doni per pubblicizzare i propri prodotti nel periodo natalizio, Babbo Natale (ovvero San Nicola, il Santo al quale venne ispirato questo personaggio) indossava un vestito completamente diverso, vestito tipico delle zone dalla quale proviene la sua storia che lo vedrebbero, almeno secondo l’immaginario di noi europei, passare il proprio immortale vissuto in un piccolo villaggio vicino a Rovaniemi, in Lapponia… e quel vestito era VERDE!

 

In fondo, a chi non viene in mente la famosa bibita ogni volta che pensa a Babbo Natale? Bèh, ora qualcuno in più di voi sarà a conoscenza del potere del marketing in questo nostro mondo e perché il vostro albero di Natale indossa sfolgoranti palline e festoni bianchi e rossi e magari anche il motivo per cui, nel vostro bagno, fa capolino una carta igienica colorata con piccole volpi o simpatici oppssum che vi guardano schifati almeno un paio di volte al giorno.

Buon Natale a rutt… a tutti!

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *