Benzina: se il pieno rincara fallo durare di più!

I carburanti non sono mai stati così costosi. Con l’aumento delle accise dello scorso dicembre, il prezzo dei carburanti ha toccato nuovi record.

Per un litro di benzina si sborsano 1.7 euro, e per il gasolio va anche peggio: in pratica, adesso costa come “la verde”. Ma cosa fare per salvare il portafogli da questo “salasso”?  Bisogna consumare meno, ovviamente. Come? Utilizzando alcuni piccoli  “trucchetti” durante la guida, in questo modo  i risparmi possono essere notevoli.

Guidare come si fa in  bicicletta  –  Le regole base sono due: limitare la velocità (a 110 km/h si spende circa il 20% in meno che a 130) e non sprecare energia con inutili frenate e riprese. Nessuno pedala fino all’ultimo per “inchiodare” prima in curva, di uno stop o di un ostacolo: appena possibile, sfruttare l’abbrivio. Facendo lo stesso in auto, si risparmia parecchio.

Nel traffico, bando alla frenesia: scattare con rabbia ai semafori  e “saltare” a destra e a sinistra per cercare di guadagnare qualche metro può anche far aumentare del 50% il consumo.

Sostare per chiacchierare o aspettare qualcuno va bene, ma spegnere il motore, in mezz’ora può bruciare un euro di carburante.

In città, usare il “clima” costa il 10 – 20% in più: spesso, si sta bene pure a vetri giù.

A motore freddo, i consumi raddoppiano: sui percorsi molto brevi, è meglio valutare se andare a piedi o in biciletta.

Ma oltre alla guida, in consumi sono influenzati anche dalle condizioni dell’auto, la manutenzione è importante per risparmiare sul carburante.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *