Berlusconi contro il governo Monti:è propaganda?

” I dati dopo un anno di governo tecnico sono disastrosi, credo si debba cambiare assolutamente quella politica economica imposta dalla Ue e soprattutto dall’egemonia tedesca che non e’ solidale, non pensa al bene di tutti ma al bene di se’ stessa. Credo che questo sia assolutamente da invertire”: ecco come ha esordito l’ex presidente Silvio Berlusconi a proposito del governo tecnico capitanato  da Mario Monti e dei sacrifici imposti al popolo italiano, per poi continuare affermando che circa il 70% per cento della popolazione siciliana è rimasta disgustata da questa politica attuale.

Stasera ci sarà un vertice per poter presuppore una data per le elezioni italiani, con Senato e Camera, in modo che si possa delineare un piano più chiaro per un futuro dopo questo governo tecnico.

Si sa che Casini, leader del Unione di Centro, probabilmente si alleerà con il centro-destra, come ha fatto intuire l’ex presidente, dato che Berlusconi ha fatto passi indietro per poterlo avere come alleato, e soprattutto, essendo attualmente suo portavoce Alfano, ex ministro della Giustizia, questo quasi sicuramente avverrà.

Infine,per concludere, Berlusconi afferma, per l’ennesima volta, che “stiamo attraversando una fase difficile per la nostra democrazia perché quando in un Paese non c’é l’assoluta certezza di una giustizia e di giudici imparziali, questo diventa incivile, barbaro, non è più neanche una vera democrazia e noi purtroppo siamo in questa pericolosa situazione”.

 

 

 

  

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *