Borse: Europa brucia 113 miliardi, Geithner vola in Europa

Il 25 maggio 2010 una data che di certo gli investiori internazionali non ricorderanno bene…infatti, dopo otto mesi vengono toccati i minimi nel mercato borsistico internazionale!

Le borse infatti, durante queste ore di contrattazione odierna hanno bruciato la bellezza di ben 113 miliardi di euro di capitalizzazione; un fatto, come detto in precedenza che non accadeva da ben 8 mesi.

Ora vi chiederete…il motivo di questo calo motivo di questo crollo borsistico odierno?

Gli investitori internazionali, preoccupati dallo stato di salute delle banche europee (le ritengono poco solvibili) e sopratutto per le tensioni che stanno scoppiando nelle due Coree, hanno preso le distanze dagli Asset più rischiosi, così la domanda di quest’ultimi è scesa, provocando un basso volume di conbtrattazioni internaizonali con inevitabile conseguenza abbassamento dei prezzi dei prodotti finanziari.

Sotto pressione anche il valore del petrolio che apre sotto i 68 dollari a barile, che ripercorrendo la scia dei timori sopra menzionati ha raffreddato la domanda del gregio e quindi il suo prezzo è sceso.

E’ attesa nelle prossime ore la visita in Europa del segretario del Tesoro Americano Timothy Geithner, che volerà in Europa, precisamente in Germania e in Gran Bretagna per discutere di questa difficoltosa crisi economica; secondo indiscrezioni riportate dall’emittente Americana Cnbc, il segretario Geithner chiederà alle autorità europee di effettuare degli importanti stress test sulle rispettive banche.Attendiamo sviluppi speranzosi in una ripresa.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *