Bossi contro Monti: “minaccia o avvertimento”?

Che a Bossi Monti non stesse simpatico lo avevamo immaginato ma pronunciare frasi come quelle da lui dette non lasciano alcuni dubbio ad equivoci.

Il lavoro del governo tecnico al senatur proprio non va giù e non la manda a dire ma ad alta voce dal palco di Piacenza sul quale si teneva un suo comizio commenta l’operatore ctriticandolo aspramente. In base alla proria esperienza Bossi ha affermato che Monti potrebbe essere a rischio di vita e che a causa del suo operato potrebbe non arrivare al 2013.

Parole piuttospo dure per denunciare la propria totale diffidenza nei confronti del nuovo governo che da qualche mese è alla presa con la risoluzioni di gravi problemi economici e finanziari.secondo il senatur l’odierna amministrazione starebbe favorendo solo le banche e sarebbe rivolta all’Europa lasciando indifese la Padania che la pensa molto diversamente.nel suo comizio Bossi ha affermato che i padani non sono contenti e non vedono di buon occhio Monti perchè starebbe portando al nord, povertà e mafiosi.

Insomma, il senatur non si è risparmiato e ha usato tutto il suo “potere” mediatico per esprimere un parere che coinvolgerebbe tutta la Padania.

Il suo tono così perentorio è suonato quasi come una minaccia ma Bossi ha subito replicato che non è così.intanto minaccia o avvertimento le parole restano e non sono affatto leggere e mi auguro non portino conseguenze di alcun genere. Spero che il governo tecnico possa essere aiutato da ogni partito politico visto che L’Italia e l’economia riguardano tutti non solo la Padania  e che si facciano critiche costruttive.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *