Bridget Jones diventa un musical

E’ molto probabile che tutte le donne fra i 25 e i 35 anni si siano immedesimante almeno una volta nei panni della goffa e divertente Bridget Jones.

Staimo parlando di un personaggio creato da Helen Fielding nel 1996 e divenuto fenomeno di costume con le due trasposizioni cinematografiche ”  Il diario di Bridget Jones ” nel 2001 e ” Che pasticcio Bridget Jones ” nel 2005, interpretate da Renee Zellweger, appositamente ingrassata per l’ occasione.

Adesso Bridget arriva a teatro, sul palcoscenico del West End londinese, dove riproporrà le sue peripezie amorose in un musical con un retrogusto di rock’n roll, poichè sarà Lily Allen che curerà la parte musicale.

A partire dal 2012 potremmo quindi vedere la trasposizione teatrale della trentenne simpaticamente frustrata e imbranata che ci ha fatto sorridere e di cui ancora non si conosce colei che ne indosserà i panni.

Altro mistero avvolge l’ identità dei due protagonisti maschili, sui quali ricadrà il duro compito di non fare rimpiangere Hugh Grant e Colin Firth.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *