Calcio, Napoli: sempre incerto il futuro di Lavezzi.

Lavezzi, con debite proporzioni, è sicuramente il giocatore che, nei cuori dei calorosi tifosi partenopei, si è avvicinato di più a Maradona, pur essendo un giocatore molto diverso tatticamente rispetto al Pibe de Oro. Ogni estate si susseguono infinite voci di mercato che vogliono l’argentino lontano dalle falde del Vesuvio, ma puntualmente non se ne fa nulla, vuoi per un motivo, vuoi per un altro.

om’è noto, il suo contratto prevede una clausola rescissoria di 32 milioni di euro, cifra che nessun club italiano può permettersi, ma che all’estero potrebbero tranquillamente sborsare. Partiamo dall’Italia: sono due gli estimatori principali del Pocho. Si tratta di Moratti e Conte: il presidente dell’Inter ha da sempre speso parole d’elogio e ammirazione per il funambolico attaccante, ma non ci sono mai state offerte concrete. L’estate scorsa ci sarebbe stato più di un sondaggio, dato che Lavezzi era considerato un giocatore ideale per il tridente offensivo di Gasperini. Inoltre, i rapporti tra Moratti e De Laurentiis sono ottimi e da più parti si pensa che nell’affare Pandev sia inclusa una “promessa” per Lavezzi o Hamsik. Da un paio di anni si parla del Pocho anche in casa Juve: la voce è circolata anche con l’arrivo di Conte, che lo vedeva molto bene come esterno d’attacco in un’eventuale 4-2-4. Sembra comunque difficilmente percorribile questa pista, dato che, dopo il caso Quagliarella, i tifosi non perdonerebbero un altro tradimento di un proprio idolo.

Ma sono le squadre estere che più preoccupano i tifosi partenopei: Mancini farebbe carte false per avere sia Lavezzi (lo voleva anche all’Inter) che Cavani e lo sceicco Mansour non ha problemi di liquidità per pagare la clausola. Discorso molto simile per il PSG, finanziata da sceicchi arabi e guidata dalla coppia Leonardo-Ancelotti che più volte hanno manifestato il loro apprezzamento per le qualità del Pocho. Infine, la Russia: lo Zenith di Spalletti corteggia il giocatore dalla scorsa estate, ma i più concreti sono stati i dirigenti dell’Anzhi, la squadra di Eto’o, che hanno proposto un contratto di 6,5 milioni all’anno al giocatore. De Laurentiis non ha smentito e ha fatto intendere che sarà il calciatore a scegliere tra l’amore dei tifosi partenopei ed un campionato meno competitivo come quello russo.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *