Calcio spezzatino: la nuova “ricetta” per le prossime partite

campo_di_calcioSpezzatino. E’ questa la ricetta proposta per risollevare l’”appeal” del campionato italiano di Serie A.

In attesa che le evoluzioni tecnico-tattiche regalino spettacolo e buon gioco, i dirigenti della Lega Calcio hanno messo in cantiere una vera rivoluzione per cercare di trarre il massimo ritorno economico dal proprio prodotto. Partite spalmate tra il venerdi e il lunedi.

Di venerdi giocheranno le squadre impegnate in Champions League il martedi, il sabato quelle che invece giocheranno nella massiam competizione continentale il mercoledi.

Per la Domenica si prevede una gara alle 12.30 per venire incontro alle esigenze dei mercati esteri,nei quali la visione di essa coinciedra’ con il momento della cena, e il posticipo serale. Inoltre e’ previsto un altro posticipo il lunedi.

In questo modo ci sara un “long week-end” nel quale il prodotto calcio viene frammentato e diluito per massimizzare i ritorni in termini di introiti pubblicitari, con particolare riferimento ai mercati stranieri, e rispondere alle esigenze televisive di avere piu’ appuntamenti da offrire ai propri spettatori.

Certo se continuera’ l’involuzione tecnica delle squadre del nostro Paese a livello internazionale, testimoniata dagli scarsi successi ottenuti negli ultimi anni, e’ inutile programmare spezzatini piu’ o meno indigesti.

E’ una verita’ che il campionato italiano non rivesta piu’ il ruolo di palcoscenico piu’ importante al momento sul piano calcistico, poiche’ la Premiere League ha un ruolo predominante innegabile.

E’ anche vero che l’immobilismo ha atto perdere colpi al movimento italiano per cui sono benvenuti provvedimenti che tentino di rilanciare quello che una volta era il campionato di calcio piu’ bello del mondo.

Il prossimo passo sara’ la costruzione di stadi moderni rispondente alle esigenze delle famiglie poiche’ come in Inghilterra e’ necessario togliere il calcio dalle grinfie degli Ultras e restituirlo alla sua dimensione di spettacolo per le famiglie, le quali devono considerare la partita un momento del loro tempo libero passato in centri commerciali o punti di ristoro costruiti all’interno degli stadi.

12 Comments

  1. Matteo 15 Gennaio 2010
  2. blogalladeriva 16 Gennaio 2010
  3. La Padova Bene 19 Gennaio 2010
  4. Luca 19 Gennaio 2010
  5. Gordon 19 Gennaio 2010
  6. blogalladeriva 19 Gennaio 2010
  7. La Padova Bene 19 Gennaio 2010
  8. Mnemonico 19 Gennaio 2010
  9. blogalladeriva 19 Gennaio 2010
  10. blogalladeriva 19 Gennaio 2010
  11. Mnemonico 19 Gennaio 2010
  12. blogalladeriva 20 Gennaio 2010

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *