Calcioscommesse: classifica “falsata” da probabili sanzioni giudiziarie???

Entro fine aprile dovrebbero arrivare nuovi provvedimenti giudiziari relativi al caos del calcioscommese. Il procuratore Stefano Palazzi, per conto della FIGC, sta rileggendo e riesaminando le carte della procura di Cremona: potrebbero essere coinvolti non solo giocatori, ma anche dirigenti e relativi club. Solo lo scudetto non sarà “riassegnato”, Milan e Juventus sono tranquille e non sono coinvolte in questo polverone; dalla zona Champions in giù, invece, rischiano in tanti e potrebbe risultare inutile giocarsi sul campo le proprie carte per questo o per quell’obiettivo.

In serie A rischiano almeno 10 società: l’Atalanta (già penalizzato di 6 punti), che ha già perso Doni e Masiello, Bologna, Cesena, Chievo, Genoa, Lazio (ieri sono stati ascoltati in procura a Cremona Mauri e Brocchi), Lecce, Novara, Siena e Udinese. Alcune squadre sembrerebbero coinvolte anche in serie B (Bari e Sampdoria) e Lega Pro.  I club rischiano dai 3 punti di penalizzazione in su, se vi sono dirigenti coinvolti (ieri è spuntato il nome di Mezzaroma del Siena) allora scatta la retrocessione; le punizioni dovranno  essere affittive, cioè devono cancellare un traguardo raggiunto (saranno dunque cancellate eventuali qualificazioni alle coppe europee). Previsti, infine, sconti di pena per chi collabora, ma qualcuno rischierà la radiazione.

I vertici del calcio italiano ed europeo hanno, naturalmente, fatto sentire la propria voce: “Tolleranza zero!!!” ha tuonato Michel Platini. Come non dargli torto??? Gianni Petrucci ha invece escluso categoricamente la possibilità di eventuali amnistie: non avrebbe senso non usare le maniere pesanti con chi ha sbagliato, non ci sarebbe quel segnale forte e rigido che tutti si auspicano. Il presidente del Coni ha inoltre dichiarato di auspicarsi la risoluzione dello scandalo entro e non oltre il prossimo europero, in modo da non influenzare la stagione calcistica 2012-2013.

Il mondo del pallone, dunque, trema ancora, mentre il popolo italiano del pallone storce il naso, nauseato per questo ennesimo scandalo calcistico, ma anche un pò rassegnato: il calcio, d’altronde, è solo uno dei tanti specchi della società moderna!! Si spera solo che non finisca tutto “a tarallucci e vino”, classico epilogo all’italiana, e vengano finalmente prese decisioni aspre e durature per chi merita!!!

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *