California: poliziotti confondono vibratore con esplosivo

Una stazione della polizia stradale della California è stato evacuata in seguito al sospetto che un fermato avesse un dispositivo esplosivo nascosto. Sottoposto a perquisizione l’americano Steven Ferrini, di 60 anni ( vedi foto )  è stato trovato con un filo ed un interruttore nella tasca dei pantaloni.

In accordo alla relazione della polizia, il filo si estendeva dalla tasca sino all’ano del sospetto. Nonostante Ferrini dichiarasse che si trattava di un vibratore anale, gli agenti si sono insospettiti quando hanno scoperto, interrogandolo, che sapeva molte cose su bombe ed esplosivi.

Per questo motivo, oltre ad evacuare la stazione di polizia, è stato deciso di chiamare una squadra di artificieri del contado di El Dorado. I periti a questo punto hanno delicatamente ritirato l’oggetto sospetto dall’ano di Ferrini e dopo averlo esaminato hanno emesso il verdetto: non si trattava di una bomba.

Non è chiaro cosa ci facesse il Ferrini con un vibratore collocato nell’ano. E’ vero che ci sono patologie che provocano un forte prurito locale, forse il vibratore poteva essere una soluzione elegante per grattarsi senza darlo troppo a vedere.

La notizia è apparsa sul sito ” Smoking Gun” che raccoglie informazioni sull’attività della polizia negli Stati Uniti.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *