Cambiano le abitudini e peggiora la vista.

Chi oggi non utilizza il cellulare?Chi oggi non utilizza il computer?Il miope di un tempo, ci nasceva, la sua era una malattia congenita o eventualmente acquisita per via della troppa lettura, perchè purtroppo questa è un attività che porta l’occhio ad adattarsi alle corte distanze, causando quindi un difetto refrattivo nelle lunghe distanze.

Nel 2013, Internet è diventato un mezzo sempre più comune, viene utilizzato da persone di qualsiasi età ed etnia, e possiamo tranquillamente dire che nonostante abbia facilitato la vita a molte persone, per via della sua utilità e la sua immediatezza, allo stesso tempo è diventato un fenomeno di dipendenza.Chattare,giocare,fare ricerche,pubblicare annunci,leggere notizie,scaricare materiale,controllare le email, e molto altro, hanno contaggiato l’intero globo terrestre, senza contare il fatto che attività molto semplici come correrere su un prato, chiaccherare all’aria aperta, vengono sempre meno praticate, perchè sostituite da Internet, da attività virtuali.

Il problema a parte la dipendenza, è che stare ore ed ore davanti ad un pc,davanti ad uno smarthphone, porta l’occhio a stress da iperaccomodazione, e quindi ad adattarsi a queste attività da ravvicinato, e la conseguenza nel peggiore dei casi è la maturazione di miopia.Se non ci credete, provate a vedere quante sono le persone che prima non portavano occhiali o lenti a contatto ed ora ,magicamente li indossano, e gli oculisti ai quali si rivolgono, prescrivono lenti perchè dietro tutto questo c’è un business.Gli occhiali e le lenti non risolvono il problema della miopia, ma bensì permettono semplicemente di vedere bene, ma allo stesso tempo ostacolano il campo visivo, portando ad un progressivo peggioramento della vista, soprattutto se le si usa a distanze in cui si potrebbe vedere benissimo senza.

Per fortuna esiste un metodo poco conosciuto, ma naturale per migliorare decisamente la propria vista nelle lunghe distanze, si chiama rieducazione visiva tramite stretching oculare, ovvero tramite degli esercizi che permettono di dare maggiore resistenza e flessibilità all’ occhio, con conseguente eliminazione della miopia.Come per ogni sport, con la rieducazione visiva, c’è bisogno di impegno e costanza, perchè i risultati arriveranno ma non in modo immediato, quindi per tutti quelli che non hanno pazienza, la miopia rimarrà sempre un problema, visto che le abitudini della popolazione stanno cambiando sempre di più.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *