Carie: addio paura del dentista

Entro pochissimo tempo sarà possibile rimuovere le carie dentali senza l’impiego dell’odiatissimo trapano.

Due sono le strade della ricerca intraprese (totalmente indolori!) che, unite, permetteranno una soluzione più moderna al mal di denti.

La prima rigurada una scoperta di una equipe dell’università di Amburgo che impiega lampi di gas plasma freddo per distruggere i batteri presenti nel dente e il tessuto danneggiato. Con pochissimi secondi di trattamento è possibile eliminare fino a 10000 volte la presenza batterica; più aumenta l’esposizione, più tali elementi patogeni vengono distrutti.

La seconda riguarda una scoperta di un’equipe di scienziati del Leeds Dental Institute. Si tratta di una proteina in grado di riparare lo smalto danneggiato dei denti, che agisce attirando i minerali responsabili della loro crescita.

In realtà, a parere degli esperti, la totale eliminazione del trapano rigurda solo carie piccole; per i lavori più complicati è necessario modellare la cavità ed impiegare la vecchia amalgama.

Attualmente esiste già un metodo indolore simile: l‘ozono. Per carie più superficiali permette di non utilizzare il trapano e favorisce la nascita di un corpo “calloso” sul dente che lo rafforza. E’ particolarmente indicato per i bambini. Per carie più profonde può addirittura permettere di non devitalizzare il dente e svolge  una funzione antidolorifica e antinfiammatoria.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *