Caro benzina: ci sono alternative valide?

Ormai il costo della benzina è diventato per moltissime famiglie italiane insostenibile.

Siamo prossimi ai 2 Euro/litro in diversi distributori. Sono altrettante le persone che si chiedono come risparmiare sulla benzina: guidare meno, guidare diversamente, scegliere un’altra compagnia, cambiare auto?

I metodi per provare a risparmiare qualcosa sulla benzina sono molti.  Si va dal corso apposito per guidare riducendo i consumi all’olio di colza per i motori a diesel. Alcuni optano per i mezzi pubblici, anche se, come abbiamo visto i rischi sono molti (basti pensare alla neve che blocca i binari). Sono per carità tutti esempi validi e sicuramente vi faranno risparmiare qualche Euro, ma hanno tutti dei pro e dei contro.

Per esempio l’olio di colza a lungo andare brucia il motore e il risparmio di cui potremmo beneficiare non ricoprirebbe il costo di un motore bruciato. I mezzi pubblici con un abbonamento, magari valido per tutta la regione, rete ecc. permette di risparmiare una bella cifra, ma bisogna assolutamente tenere conto dei possibili disagi, ritardi, treni pieni e viaggi in “carri bestiame”.

Una vera e propria alternativa alla benzina non esiste ancora. Esistono al momento degli studi sul bioetanolo, una sorta di benzina verde con il 30% di etanolo, ma ancora questo “surrogato” non è stato provato al 100%.

L’unica alternativa che al momento potrebbe attrarre di più gli automobilisti sono le auto a metano e a gpl, i cui costi non superano mediamente 1.10 Euro/litro. Certo, si tratta di auto magari un po’ più costose, ma grazie ad incentivi e sussidi ( bisogna informarsi bene), il pieno di benzina non supererà i 30 Euro al massimo e credo che al giorno d’oggi pagare queste cifre per un pieno sia una vera e propria festa.

L’unico difetto è il rifornimento, i distributori di gpl e metano non sono diffusi tanto come quelli di benzina, per esempio in Friuli Venezia Giulia esiste un solo distributore di metano. Quindi armarsi di una guida sui distributori di metano e gpl è un ottimo investimento.

 

3 Comments

  1. Michele 6 febbraio 2012
  2. Luchino 9 febbraio 2012
  3. Carmine 9 febbraio 2012

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *