Caso Ruby: Berlusconi indagato per prostituzione minorile

Il Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi è stato iscritto nel registro degli indagati dalla procura di Milano a seguito del caso Ruby, che ha fatto tanto scalpore qualche mese fa.

I reati contestati al Premier, che risulta indagato dal 21 dicembre sono di concussione e prostituzione minorile. La procura ha invitato Berlusconi a comparire davanti ai giudici , insieme a Lele Mora ed Emilio Fede indagati per gli stessi reati.

La vicenda riguarda qualche mese fa quando il premier fece pressioni sulla procura di Milano per rilasciare una ragazzina di 17 anni fermata per furto.

La ragazzina a seguito della chiamata del capo scorta di Silvio Berlusconi, venne rilasciata e prelevata da Nicole Minetti. Il pm aveva invece chiesto che Ruby venisse portata in una comunità a Genova.

La procura pensa che Berlusconi avrebbe fatto queste pressioni per nascondere il fatto che conoscesse la ragazzina e di essere stato più volte con lei. Il premier ha sempre detto di averla incontrata solo una volta e di averla aiutata. Secondo alcune intercettazioni in possesso del PM, Silvio Berlusconi avrebbe incontrato più volte la ragazza, che allora era minorenne.

Intanto, la casa di Nicole Minetti, il consigliere regionale del Pdl per la Lombradia anch’essa sotto inchiesta, e quella di Ruby Rubacuori sono state perquisite.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *