C’era una volta un bel castello a Finale Emilia..

Il terremoto in Emilia oltre a diversi lutti e grandi disagi, ha colpito moltissimo anche il notevole patrimonio storico di queste parti e,  fra le tante cose, è rimasto molto compromesso il bel castello delle rocche di Finale Emilia. Lo stesso era stato costruito intorno al 1402 dal principe Nicolò II d’Este e dopo tante vicende era stato restaurato una trentina di anni fa ed in alcune delle sue sale erano anche esposti dei reperti archeologici della zona.

castello Finale Emilia

Certamente non è la prima volta che queste zone sono colpite da brutti eventi che gli emiliani hanno sempre superato grazie alle loro energie ed alla loro inventiva. Per restare a Finale Emilia ad esempio può essere ricordato che proprio nella cittadina ha sepoltura dal 1631 un personaggio come il mercante Donato Donati che in presenza di una gravissima carestia ebbe l’idea di risolvere il problema sollecitando la semina del c.d. grano saraceno, a quei tempi pochissimo noto.

Tuttavia va ricordato che in Emilia, in conseguenza delle sue vicende storiche in periodo medievale e rinascimentale, ci sono tantissimi castelli e che ci sono anche alcuni interessantissimi circuiti turistici : i castelli matildici (legati alle vicende di Matilde di Canossa), i castelli del parmense ecc.

In via generale i castelli italiani documentano una parte importante della nostra storia. Nel corso dei secoli problemi quali frane, incuria, utilizzi non appropriati ed anche terremoti hanno ovviamente avuto i loro micidiali effetti.

Speriamo tuttavia che la coscienza collettiva stimoli per quanto possibile la conservazione di questo rilevante patrimonio culturale. E va anche ricordato che in Francia (zona della Loira ma non solo), Gran Bretagna c’è anche molto più impegno.

 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *