Champions League: nella due giorni Europea festeggia solo Firenze

Stevan Jovetic

Una due giorni di Champions sotto tono per le italiane più quotate, solo la Fiorentina tiene alto il nome del nostro calcio in Europa. Martedì è stata la volta dell’Inter in Russia, una partita votata a respingere gli attacchi del Rubin Kazan, molto più in palla della squadra milanese. Stankovic rimedia al 27′ ad un gol di Dominguez realizzato all’ 11′. A complicare la serata per gli uomini di Mou ci si mette Balotelli con due gialli che il presidente Moratti ha definito “un incidente che non dovrà più accadere”. L’Inter tiene comunque duro fino alla fine.

Lo stesso giorno è stata la volta della neo-gemellata Fiorentina che ha ospitato un Liverpool che arrivava a Firenze forte del 6-1 rifilato all’Hull city. Un trionfo per Stevan Jovetic che affonda gli inglesi con una doppietta. Firenze esulta e applaude anche i Della Valle, al centro di una situazione complicata in queste settimane. La cosa più bella della serata per una volta è stata realizzata dai tifosi: grande fair-play e tifosi stessi che inneggiavano alla squadra propria avversaria.

Mercoledi difficile per le italiane: la Juventus a tratti soffre con il miglior Bayern della stagione; il Milan ancora una volta irriconoscibile rispetto alle prestazioni Champions passate (ma riconoscibilissimo rispetto al campionato).

Frank Ribery e Diego Ribas Da Cunha

Frank Ribery e Diego Ribas Da Cunha

La Vecchia signora non sfigura all’Allianz Arena. Nonostante uno scatenato Ribery (numero impressionate tra due difensori della Juve e palla a scavalcare Buffon che lambisce la traversa), i giocatori di Ferrara riescono a costruire alcune buone palle gol non sfruttate da Diego, Treseguet e Iaquinta. Giusto lo 0-0.

Difficile spendere parole per un Milan così evanescente. Lo Zurigo segna l’1-0 su calcio d’angolo, colpo di tacco di Tihinen, il risultato rimarrà invariato fino alla fine. Meglio nel secondo tempo, entrano Ronaldinho e Zambrotta, il Milan si rianima. Nel finale due legni di Ambrosini e Zambrotta, ma nulla da fare, il Milan regala allo Zurigo il primo trionfo in Champions della sua storia.

Prossimo turno favorevole a tutte le italiane o quasi, infatti il Milan affronterà fuori casa un Real Madrid molto in forma.

Buon calcio a tutti!

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *