Charlie Sheen: colpevole di violenza sulla moglie

I guai per Charlie Sheen non finiscono mai, e oggi un’altra vicenda fa parlare di lui.

Stavolta in tribunale è andato per la violenza sulla sua seconda moglie Brooke Mueller.

In tribunale l’attore si è dichiarato colpevole di averla aggredita dopo un violento litigio avvenuto nel periodo delle vacanze natalizie.

Per lui niente carcere, dovrà scontare solo una pena di 30 giorni in California in un centro di riabilitazione, e imparare a gestire la propria rabbia attraverso un servizio sociale che gli impartirà 36 ore di lezioni.

Dopo essere stato ricoverato in passato per overdose di cocaina e aver subito un’ altra denuncia tempo fa da una sua precedente amica sempre per aggressione ora anche la sua nuova moglie lo porta in tribunale per l’ennesima punizione.

Pare che l’attore Charlie Sheen le avesse messo un coltello alla gola minacciandola e portando la donna a chiamare i soccorsi che sono dovuti intervenire repentinamente.

Chissà se stavolta avrà imparato la lezione, o ci saranno altri eventi negativi a coinvolgerlo con la giustizia?

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *