Chirurgia estetica: arzilla 83enne si rifà il seno

Nelle calde (neppure troppo per la verità) giornate di quest’estate, arriva una notizia dall’America, per la precisione dalla california, che riguarda la chirurgia estetica: un’anziana signora di ben 83 anni ha deciso di rifarsi il seno!

Tale decisione è stata motivata dal fatto che, per sue stesse parole, “il mio petto andava in una direzione, e il mio cervello in un altra”.

L’anziana signora, bisnonna con ben 12 nipoti e 13 bisnipoti, gode di ottima salute ed è convinta di vivere ancora molto a lungo, quindi ha deciso di approfittarne per migliorare il suo aspetto fisico affinchè “i miei figli siano orgogliosi di quello che sembro”.

L’operazione che è avvenuta un mese fa, si è trattata di una “classica” mastoplastica additiva dal costo di 8mila dollari, a cui andranno aggiunte ulteriori spese nel tempo per il suo “mantenimento”.

Tutto questo, soprattutto in una fase storica in cui la crisi economica sembra non risparmiare nessuno, neppure i cugini d’oltreoceano, appare quanto mai fuoriluogo, ma in una società dove il “sembrare” pare avere più importanza dell’ “essere” si può arrivare anche a estremi come questo.

E chissà mai che, in un prossimo futuro, tra decreti, finanziarie, nuove tasse e balzelli che colpiscono tutte le categoria di persone, non si decida proprio di istituire una tassa su lifting e decolletè rifatti? Forse non risolverebbe da sola lo stato di perenne deficit di bilancio che c’è, ma di sicuro una bella mano la darebbe!

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *