Classifica 200 migliori università nel mondo: Non ci sono italiane

A conferma del momento no dell’istruzione e dello stato delle università italiane, arriva la classifica del settimanale “The“. Non vi è infatti alcun cenno di quelle che sono le rinomate università italiane sia pubbliche che private nella classifica.

I parametri utilizzati per la valutazione del punteggio sono:

Insegnamentol’ambiente di apprendimento (valutato il 30 percento del punteggio totale)
Ricercavolume, entrate e reputazione (30 percento)
Citazioniinfluenza sulla ricerca (32.5 percento)
Entrate dell’industriainnovazione (2.5 percento)
Mix internazionalestaff e studenti (valutato 5%)

Considerato che l’ultima università classificata è la svedese University of Agricultural sciences con un punteggio di 46.2 si ritiene che le migliori università italiane siano ben al di sotto di questa soglia.

In un periodo in cui la nazione è alla prese con una grandissima crisi motivazionale nei giovani a causa del continuo crescere della disoccupazione e della mancanza di strumenti per il rilancio, si potrebbe iniziare facendo ripartire l’istruzione, l’università e la ricerca fermando la fuga dei cervelli all’estero e incentivando i ragazzi a coltivare il loro talento e la loro passione per rendere migliore di quanto sia la propria nazione.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *