Colpito a morte un altro soldato italiano in Afghanistan

Non tende a cessare la violenza in Afghanistan, dove il nostro contingente prova da anni a portare la pace in un luogo che non accenna neanche minimamente a diventare pacifico.

Questo perchè a distanza di pochissimo tempo dall’uccisione del soldato Matteo Miotto a causa di un cecchino, quest’oggi un altro nostro connazionale è rimasto ucciso sotto i colpi di un fuoco nemico ed un altro collega è rimasto ferito ma non è in pericolo di vita.

Il militare che ha perso la vita si chiamava Luca Sanna, aveva 33 anni e faceva parte del reggimento degli alpini.

Originario di Oristano, aveva già partecipato ad un altra missione in quel territorio. La dinamica dei fatti è molto differente rispetto agli altri avvenimenti in cui persero la vita altri connazionali.

Infatti, sembra che Sanna sia stato colpito alla testa da un uomo, con l’uniforme dell’esercito afgano, che si era intrufolato all’interno della base militare.

Unanime il cordoglio da parte delle più alte cariche dello Stato, tra cui il ministro della difesa Ignazio la Russa, che ha dichiarato: “la missione italiana in Afghanistan andrà avanti“.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *