Come difendersi dalle molestie telefoniche

telefono1

 

Ci sono molestatori che si divertono a tempestare le loro vittime di telefonate mute o anonime soprattutto nelle ore notturne, generando nella persona perseguitata uno stato di ansia che a lungo andare può sfociare anche in una patologia seria. Le persone molestate sono per lo più di sesso femminile e quando le telefonate non sono mute il contenuto è generalmente osceno. Quando questo tipo di molestia, che può essere perpetrata anche via SMS,  arriva a ledere pesantemente la tranquillità della persona presa di mira, si configura il reato di stalking, perseguibile in sede penale.

La prima cosa da fare quando si è vittima di questo reato è di modificare tutti i propri numeri di telefono fisso e mobile ed anche l’indirizzo e-mail: a volte questo semplice gesto è sufficiente per scoraggiare il molestatore. Se la molestia continuasse, informate subito amici e parenti, i quali potrebbero essere in futuro chiamati a testimoniare, inoltre segnate su di un taccuino gli orari precisi delle molestie e non esitate a chiedere aiuto ad un avvocato ed eventualmente anche ad uno psicologo.

Se il molestatore vi telefona in modalità criptata, potete chiedere per iscritto alla vostra società erogatrice di servizi telefonici di fornirvene il numero, specificando che i dati comunicati verranno utilizzati per formalizzare una denuncia (art 127 del D leg 196/2003). Le spese per questo servizio verranno addebitate a voi.

In alternativa possono essere il vostro avvocato di fiducia o il Pubblico ministero, dopo che avrete esposto denuncia alla Polizia giudiziaria, a richiedere al vostro gestore di telefonia i dati relativi al traffico entrante utili alle indagini (art 132 D L.vo 196/03). Se le telefonate vi  arrivano da una cabina telefonica  l’investigazione richiederà tempi un po’ più lunghi, ma state tranquilli che il molestatore avrà comunque i giorni contati.

Costui in sede penale rischia sei mesi di carcere o un’ammenda fino a 516 euro (art 660 c.p.);  se procederete anche ad un’azione civile potrete  ottenere in più anche il risarcimento del danno morale. È importante non lasciare impunite queste persone perché possono anche rivelarsi pericolose.

 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *