Come pulire il carburatore del nostro scooter

Per prima cosa prendiamo il nostro scooter che magari dopo essere stato fermo per anni ora non parte più.
Preparare tutti gli strumenti necessari , in particolare vi potranno servire:
-guanti
-cacciavite croce
-cacciavite piatto
-brugole
-chiavi inglesi
-benzina
-aria compressa
-recipiente.

  • Posizioniamo in modo saldo il nostro scooter, se abbiamo il cavalletto centrale utilizziamolo, altrimenti appoggiamo col manubrio la nostra moto ad una parete.
    Ora che abbiamo posizionato in modo saldo il mezzo indossiamo i guanti ed iniziamo ad operare.
  • Prendiamo la chiave/brugola necessaria e svitiamo le viti che tengono salde il filtro al blocco motore.
    Una volta svitate il filtro si muove ma è ancora collegato al carburatore, quindi se vi è presente una molletta sulla gomma del filtro toglierla e ora tirare verso di voi il filtro.
  • Il filtro ora è staccato e bisogna provvedere a scollegare il carburatore quindi con il cacciavite necessario andiamo ad allentare la fascetta che vi è sul collettore, subito dietro al carburatore, dopo di che tirare verso di voi il carburatore. Ora il carburatore è staccato dal blocco motore ma ancora attaccato alla moto tramite fili e tubetti.
  • Andare per primo a scollegare i tubetti che sono rispettivamente della benzina, dell’olio e del depressore. Cosa importante ricordarsi la posizione di ognuno per evitare di sbagliare nel ricollegarli.
    Adesso l’unica cosa che tiene attaccato il carburatore sono il filo dell’accelleratore e quello dell’aria.
  • Per scollegarli, svitare le viti in alto al carburatore in questo modo si sfilerà la ghigliottina e con essa il filo dell’accelleratore che rimarrà collegato alla moto. Per l’aria ripetere lo stesso procedimento in caso di aria manuale, nel caso di aria automatica invece scollegare la spinotto della corrente.
  • Ora che abbiamo in mano il nostro carburatore smontiamo anche la vaschetta, la quale verrà via svitando le viti sottostanti al carburatore.
    Una volta smontata verificare se all’interno vi sono dei residui di olio, se si eliminarli con benzina.
  • Ora prendiamo il nostro carburatore ed immergiamolo in un piccolo recipiente riempito di benzina e lasciarlo in ammollo per una decina di minuti o se si ha tempo anche per una giornata.
    Adesso prendiamo l’aria compressa e soffiamo per bene il carburatore, in particolare all’interno dei condotti dove passa benzina, olio e depressore.
  • Fatto ciò possiamo rimontare il carburatore seguendo a ritroso tutti i passi svolti, in particolare faremo:
    -montaggio vaschetta
    -collegamento accelleratore ed aria
    -collegare i tubi nel giusto modo
    -inserire il carburatore nel collettore ed avvitare la fascetta
    -montare il filtro con l’eventuale molletta
    -serrare viti filtro.

La prima accensione potrebbe risultare faticosa dato che il carburatore è senza benzina, la moto partirà non appena si sarà riempito. Una volta accesa lasciare accesa per qualche minuto prima di utilizzarla, dopo di che saltate in sella e via

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *