Come si fa a stirare una camicia da uomo alla perfezione

 

Per una stiratura perfetta è meglio utilizzare un ferro da stiro a caldaia e servirsi anche di un appretto in  confezione spray.  Il mollettone sull’asse da stiro deve essere privo di macchie da bruciatura, eventualmente se non avete tempo di comprarne uno nuovo coprite il vecchio con un lenzuolo.

 

 

Cominciamo dal colletto della camicia e stiriamone il rovescio, poi spruzziamone il diritto con l’appretto e passiamovi sopra il ferro da stiro tirando bene in modo che non si formino grinze. Pieghiamo il colletto, diamo un colpetto di vapore lungo la piega e inseriamo nell’asola il primo bottone.

 

Adesso passiamo  il ferro sul lembo di rinforzo dell’apertura sopra il primo polsino e poi stiriamo quest’ultimo tirando bene dai due lati, dopo averlo spruzzato di appretto. Spianiamo la manica sull’asse e stiriamola da ambedue i lati. Facciamo lo stesso con l’altra manica.

 

Stiriamo la parte posteriore della camicia insistendo  sulla zona delle spalle, poi slacciamo il primo bottone e stiriamo i due mezzi davanti dopo averli spruzzati con l’appretto da una distanza di almeno 40 centimetri per evitare macchie.

 

Se preferiamo riporre la camicia piegata, inseriamo nelle asole un bottone sì e uno no, partendo dal colletto, spianiamola sull’asse con il lato posteriore verso l’alto, pieghiamo in tre parti per il lungo e poi in due parti per il largo.

 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *