Contromanovra di Di Pietro: Finanziaria da 65 miliardi

Antonio Di Pietro presenta la sua contromanovra da 65 miliardi di euro.

Il leader dell’Italia Dei Valori prepara una sorta di contromanovra, con durata sempre di 2 anni, per il risanamento del debito italiano e allo stesso tempo per lo sviluppo e la crescita economica.

Una finanziaria che andrebbe a recuperare ben 65 miliardi di euro in 2 anni, il primo di 33 miliardi per la prima causa e il secondo di 32 miliardi per la crescita economica.

In pratica Di Pietro, contrario alla manovra economica di Tremonti, puntando tutto sull’evasione fiscale, con una addizionale del 12,5% sui capitali rientrato con lo scudo fiscale, afferma:

”Il nostro obiettivo e’ l’esatto contrario di quello che intende fare il governo. Noi vogliamo rimettere i soldi nelle tasche degli onesti e toglierli da quelle degli italiani disonesti, degli speculatori, degli evasori”.

Il leader Idv, incitando tutto il Pd a fare opposizione, propone delle normative  per sostenere la domanda interna, tra cui l’idea di aumentare le detrazioni per icarichi familiari, l’ alleggerimento Irpef per i redditi bassi,  riduzione del costo del lavoro nell’imponibile Irap per le pmi.

Mentre ripropone l’Ici sulle case di lusso, tagli alla politica sopprimendo parzialmente le piccole province, l’eliminazione del vitalizio per i parlamentari e consiglieri regionali e il blocco delle auto blu.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *