Cos’è e cosa fa una guardia forestale

Il Corpo Forestale dello Stato, fondato il 15 ottobre del 1822, è una forza di polizia (formata da circa 8.500 unità) concentrata sulla salvaguardia dei beni naturali e paesaggistici, sulla prevenzione e sulla repressione dei reati ambientali e agroalimentari. Vediamo quali sono i principali compiti e come diventare guardia forestale.

Innanzitutto la Guardia Forestale si occupa della difesa dei boschi dagli incendi, sia come prevenzione che come spegnimento e arresto degli incendiari.

Il Corpo Forestale presidia e difende l’ambiente rurale e montano (bosco, suolo, risorse idriche,…) e svolge il ruolo di primo intervento in caso di emergenza in loco (calamità naturali, ricerca di persone scomparse, soccorso alpino, etc.); per questo compito, si trova nell’ambito della Protezione Civile. Le Guardie Forestali di questa divisione si occupano di monitorare i territori innevati, di prevedere i pericoli valanga, di vigilare e di soccorrere chi pratica sport invernali sulle piste da sci, di aggiornare la cartografia e la banca dati meteonivometrica.

I nuclei di controllo CITES effettuano controlli sul commercio internazionale delle specie di fauna e di flora minacciate di estinzione e dei loro derivati(ad esempio mammiferi, uccelli e rettili riprodotti in cattività; manufatti in avorio, in pelle di rettile, in tessuti o pellicce pregiati; legname delle foreste tropicali, etc.).

Altro compito fondamentale delle Guardie Forestali è quello di contrastare la criminalità, le frodi e la contraffazione dei beni di qualità nell’ambito della salute umana e del comparto agroalimentare; si occupano, inoltre, di tutti i reati connessi all’inquinamento ambientale, al traffico illecito e allo smaltimento illegale dei rifiuti (discariche e sversamenti non a norma, inquinamento falde acquifere,…).

Più in generale, il Corpo Forestale si adopera per la tutela del paesaggio (contro per esempio l’abusivismo edilizio), dell’acqua, dell’aria, della fauna e della flora, per la prevenzione e la repressione dei reati contro gli animali, per la sorveglianza dei Parchi, delle Aree Naturali Protette e delle 130 Riserve Naturali dello Stato (dove segue attività di ricerca, di conservazione e di educazione ambientale). Svolge anche i compiti di polizia venatoria per soffocare il fenomeno del bracconaggio, di polizia giudiziaria garantendo ordine, sicurezza e soccorso pubblici.
Per l’esecuzione delle sue molteplici funzioni, il Corpo Forestale impiega il servizio cinofilo (negli interventi di protezione civile, ricerca e soccorso di persone), il servizio a cavallo (per la sorveglianza dei boschi e delle aree di interesse naturalistico) e del servizio nautico (per la tutela degli ecosistemi costieri, marini, fluviali e lacustri).

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *