Crisi Economica Italiana: Boom di fallimenti

Crisi Economica Italiana: Boom di fallimenti. Secondo uno studio di Cerved, un gruppo specializzato all’analisi del mercato, con una specializzazione nello studio dell’impresa e della valutazione del rischio di credito (solvibilità ed insolvenza), arrivano dati tutt’altro che incoraggianti per quel che riguarda l’imprenditoria del Belpaese.

Secondo l’apposito studio infatti, nel primo trimestre dell’anno in corso, c’è stato un boom di fallimenti delle società residenti in Italia; il numero di fallimenti ammonta a ben 2.800 unità con un’iincremento pari a 27 punti percentuali rispetto l’anno precedente.

Il settore con maggiori difficoltà è l’industria che presente un aumento percentuale di 41 punti; il tasso di insolvency ratio che si calcola dal rapporto tra numero di fallimenti e 10.000 imprese operanti sul mercato d’appartenenza è il doppio.

Il settore che registra il preggiore incremento di fallimenti è il mercato dell’auto con un incremento dei fallimenti del 118%.

Le regioni italiane che registrano le maggiori chiusure delle imprese sono Lombardia (leader in questa particolare classifica negativa), Piemonte con il 61%, e Veneto con 62%.

Per quel che riguarda il mezzogiorno d’Italia invece registrano uan corsa molto “meno veloce” rispetto al resto del belpaese.

La crisi Italia c’è ed è evidente!

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *