Crisi economica: la Cina non aiuterà L’Italia

Molti giornali di alta levatura finanziaria, soprattutto stranieri, ultimamente hanno fatto girare la voce che l’Italia potrebbe essere salvata dagli investitori cinesi.

Si è parlato addirittura di acquisto in massa di titoli. E chi se lo aspettava? Infatti non c’era nulla da aspettarsi. Gli incontri che hanno fatto parlare tra Tremonti e gli investitori cinesi erano incontri che non riguardavano acquisto di debiti, ma semplicemente l’interesse della Cina a investire nell’ industria italiana.

Niente di eclatante, e niente di salvifico dal grande drago orientale. La Cina quando investe non fa mai calcoli politici, ma solo puramente economici.

La Cina ha mostrato in passato di essere solidale a parole sia con la Grecia che con la Spagna, ma se si è visto con attenzione essa si è fermata appunto alle parole. Nessuno acquisto di titoli, tantomeno aiuti finanziari. Se un giorno ci sarà un nuovo acquisto di titoli italiani non sarà certamente per beneficienza, ma per puro calcolo economico.

I titoli acquistati non saranno quelli necessari a salvare la nostra economia, ma solo quelli di cui la Cina vorrà prendersi il rischio.

La soluzione ai nostri problemi dunque non è da cercarsi ne ad oriente, ne tantomeno oltre oceano dove anche gli Stati Uniti stanno messi male, ma solo nella buona Politica italiana e nel coordinamento fra gli stati dell’ Europa.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *