Crisi economica: secondo Bankitalia sottratti 6,5 punti al Pil

La crisi mondiale ha inesorabilmente colpito anche l’Italia, ed in modo particolarmente duro! Infatti, secondo i dati forniti da Bankitalia, nell’ultimo triennio (2008-2010) i punti di mancata crescita del Pil (Prodotto Interno Lordo) sono stati 6,5% (anche se non abbiamo raggiunto la soglia critica del -10%).

Esperti ricercatori, fra cui Michele Caivano, Lisa Rodano e Stefano Siviero, si allontanano dalla comune tendenza ad affermare che la crisi economica ha colpito in maniera meno dura l’Italia grazie alla solidità delle banche e al basso indebitamento delle famiglie italiane anche se riconoscono che la crisi nel nostro paese è un riflesso di una  crisi tutta estera che ha inevitabilmente investito anche la nostra nazione.

Purtroppo, anche in assenza di crisi l’economia, l’Italia ha subito una modesta crescita e ora ha del tutto inciso le sue potenzialità di sviluppo. I ricercatori hanno analizzato cosi’ i tassi di interesse di policy, le misure di politiche monetaria non convenzionale e la politica fiscale del governo.

Gli interventi a sostegno del reddito delle famiglie e i finanziamenti alle imprese e il potenziamento della cassa di integrazione sono state le misure di maggior impatto sulla domanda aggregata.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *