Cronache del Ghiaccio e del Fuoco, immersione totale!

. Non è il solito fantasy. Scrivo questo articolo, senza spoiler, per chi, come me, fino a poco tempo fa non conosceva questa storia. Il mio interesse è nato sentendo parlare mio fratello e altri amici di questa saga..e come ne parlavano! Da lettori di storie famose ed importanti, ad esempio nate dalla penna di Jhon Ronald Reuel Tolkien come Il Signore degli Anelli e Lo Hobbit, sentirli così stupiti e meravigliati ha suscitato in me una certa curiosità. In fondo è questa la strada che porta al successo un libro, colpire, stupire e sperare nel passaparola. Ovvio che pubblicità e carisma dello scrittore son fattori altrettanto importanti, ma su questo argomento ci possiamo tornare un’altra volta.

I libri, tanti e coinvolgenti. Narrano le storie di un mondo ambientato in un’epoca simil-medievale dove le stagioni possono durare anni. Le vicende si svolgono per lo più su un continente,  chiamato “Sette Regni“, dove vige il sistema feudale. E’ dominato dal re Robert Baratheon e la sua casata e dalle altre sei nobili case: Stark, Lannister, Arryn, Tully, Tyrell e Martell. Molteplici sono le altre case, che con favori e pugnalate alle spalle, cercano di ritagliarsi un posto più in alto nella scala sociale.

A nord del continente si erge imperiosa una barriera di ghiaccio alta centinaia di metri presidiata dai guardiani della notte, il cui compito è proteggere il regno dal barbaro popolo “oltre la barriera” e dalle creature leggendarie.

L’altro continente al di là del mare presenta popolazioni dalle usanze esotiche e narra il viaggio per la riconquista del trono dei “Sette Regni” da parte degli esiliati superstiti Targaryen: La nobile casata che regnò con i draghi prima e dopo la loro estinzione, avvenuta circa 300 anni prima, fino a quando venne detronizzata dai Baratheon.

Alleanze e tradimenti, guerra e pace, credenze e divinità, profezie e sortilegi, amore e odio saranno gli ingredienti principali di questo mondo che ti travolgerà come un mare dal quale non vorrai più riemergere.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *