Declassato di nuovo il rating della Grecia

L’agenzia internazionale statunitense Moody’s ha fatto scendere al gradino più basso della storia la valutazione, in base alla sua scala, da Ca a C.

Questo dato segue, quelli dei giorni scorsi di Standard e Poor’s che citava un “default selettivo” e di Ficth con “defaul nel breve termine.

A provocare il nuovo crollo del rating ellenico è stato il lancio di operazioni in mano a privati che è prevedibile produrrà un crollo superiore al 70% per chi ha titoli greci in portafoglio.

Come se non bastasse sono in vista problemi di solvibilità a medio termine ed esaurita la prima parte di fondi è a rischio l’attuazione di riforme annunciate.

Per evitare un default sui pagamenti, la Grecia deve ricorrere anche al settore privato, ma la chiarezza di tali operazioni è fondamentale, affinchè gli investitori non si trovino a far fronte ad ulteriori perdite.

Quindi dai reali scambi di questo inizio marzo si vedranno i risultati che Atene riuscira ad ottenere per uscire da questa crisi che tiene con il fiato sospeso, non solo il mondo ellenico ma anche tutto il Vecchio Continente.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *