Democrazia o Golpe?

La inusuale rielezione di Giorgio Napolitano quale Presidente della Repubblica Italiana ha senz’altro sancito l’assoluta incapacità dei partiti cosidetti tradizionali di rendersi conto della emergenzialità in cui versa il popolo italiano, dimostrando ancora una volta che l’interesse del partito rappresenta un dogma imprenscibile  a dispetto di quanto sia grave la crisi economica che attanaglia il nostro Paese.

La ridiscesa in campo di Giorgio Napolitano é un ulteriore segnale che per la nostra bene amata Italia il tempo é realmente scaduto, la necessità che si costituisca un governo forte nel più breve tempo possibile é tanto impellente quanto necessaria per poter così dare un pò di fiato alle famiglie e alle imprese che si trovano da tempo sull’orlo del baratro e di un precipizio di cui non si percepisce la fine.

In questo storico momento in cui versa la nostra nazione, il solo  parlare di golpe riferito all’elezione del Presidente Napolitano, é tanto irresponsabile quanto senza fondamento; utilizzare la rabbia la disperazione che pernia la gran parte delle famiglie italiane solo per meri calcoli politico elettorali, rappresenta un’azione tanto sciellerata e ignominiosa  quanto aver abbandonato l’Italia a se stessa per 55 giorni, senza assicurarle un governo  stabile e forte e pensando esclusivamente alla salvaguardia dei privilegi dei diversi  partiti politici.

Il governo che da qui a pochi giorni vedrà la luce, avrà la responsabilità di immergersi immediatamente nella situazione disperata in cui vertono milioni di famiglie, e dovrà porre in essere tutte quelle urgenti misure che sono necessarie per portar fuori il paese dal buco nero nel quale 50 anni di mal governo lo hanno sprofondato.

Se ciò non si verificherà, se ancora una volta i partiti politici faranno finta di niente e perseguiranno come sempre hanno fatto solamente i lori interessi ,tutta quella disperazione e quella rabbia, temo che si tramuterà in qualcosa di molto più grave, dalla qualle difficilmente si potrà tornare indietro e dagli effetti cui nessuno può prevedere.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *