Disastro aereo in Libia, 103 morti. Escluso atto terroristico

Le fonti della sicurezza in Libia hanno diramato le informazioni sull’incidente aereo che ha causato la morte di ben 103 passeggeri. Si è subito escluso l’atto terroristico afferma il ministro dei trasporti libico.

L’aereo è esploso in fase di atterraggio verso le 6 di questa mattina, e da come dichiarano alcuni testimoni vicini al luogo dell’impatto si è totalmente disintegrato in milioni di pezzi.

Si salva con grande stupore un bambina dell’Olanda di 10 anni, che resta l’unico sopravvissuto alla tragedia aerea, e che ricoverato in ospedale fortunatamente è in buone condizioni di salute.

L’aereo esploso proveniva da Johannesburg , SudAfrica, e giunto a Tripoli, forse una manovra di atterraggio sbagliato, ha causato un impatto troppo forte causando il disastro e la morte dei 93 passeggeri a bordo, e degli 11 membri dell’equipaggio.

Ora sono state ritrovate le 2 scatole nere, e si sta ricostruendo la dinamica dell’accaduto.

Il velivolo era un Airbus 330 della compagnia libica Al Afriqiyah. Si indaga anche sulla lista passeggeri dalla Farnesina per accertarsi l’esclusione di eventuali italiani a bordo.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *