Dopo l’eruzione, oggi netta ripresa dei voli

L’eruzione del vulcano islandese sta perdendo la sua intensità, infatti la situazione ad oggi sta pressocchè migliorando, lo spazio aereo europero è stato riaperto, tant’è che gli aeroporti stanno riprendendo la loro normale operatività.

L’emergenza ha fatto sì che vi siano numerosi disagi come dimostrano le varie cancellazioni dei voli nei principali scali europei.

La ripresa sta delineando un primo bilancio dei danni: solo le compagnie aeree avrebbe perso all’incirca due miliardi di dollari. Secondo Eurocontrol i voli ieri sono stati 22.500 sui 28.000 di un normale mercoledì.

Oggi per quanto riguarda i voli è previsto il ritorno al 100%  della normale operatività, un ipotetico rallentamento potrebbe esserci nel nord della Scozia, nel sud della Norvegia, nell’ovest della Svezia e nel sud della Finlandia.

Ingenti danni però sono stati stimati dopo l’eruzione del vulcano, infatti le compagnie aeree hanno stimato la perdita di 1.26 miliardi di euro pari a 1,7  miliardi di dollari. A questi si aggiungono poi danni economici in altri settori, quale il turismo.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *