E’ definitivo: Cesare Battisti rimane in Brasile

L’Italia si dice indignata dopo la decisione del Supremo Tribunale Federale (STF) di Brasilia di non concedere l’estradizione per il terrorista di estrema sinistra italiano, Cesare Battisti.

La discussione in aula ha subito momenti di tensione ma la risposta è arrivata netta ed insindacabile: Cesare Battisti rimane in Brasile e verrà persino rimesso in libertà.

l’Italia, rappresentata dal ministro Silvio Berlusconi, ha dichiarato che farà ricorso al tribunale di giustizia internazionale dell’Aia, in Olanda.

“Nessuno prende in considerazione la legittima aspettativa che venga fatta giustizia in particolare per i familiari delle vittime”

Con queste parole di sdegno e rammarico, Berlusconi commenta la decisione di Brasilia. Gli fa eco il ministro degli esteri Franco Frattini che giura di voler andare sino in fondo alla faccenda.

Battisti, arrestato nel 2007 mentre tentava di bucare i controlli all’aeroporto di Rio de Janeiro, è stato uno dei terroristi più attivi negli “anni di piombo”, un’epoca buia dell’Italia anni ’70. In Patria è stato condannato all’ergastolo nel 1993 per 4 omicidi e partecipazione ad altri omicidi.

Ma, sempre dichiaratosi innocente, riuscì a sfuggire alla giustizia rifugiandosi prima in Francia e quindi in Brasile. Gli ultimi 4 anni li ha passati nel penitenziario di Papuada, 25km dal centro di Brasilia, dove oggi verrà rilasciato.

L’effetto del decreto “Lula” firmato nel Dicembre del 2010, che negava l’estradizione al militante del PAC (Proletari Armati Comunisti) ha sortito gli effetti desiderati.

Il Tribunale ha optato per la decisione più ovvia anche per non infierire sul già delicato caso di politica interna, che vede un esponente del partito di Dilma Roussef (l’attuale Presidente), il Ministro Palocci, allontanato per l’ennesima volta dal Parlamento a causa di un giro di appalti privati ed appropriazione indebita di denaro pubblico.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *