Ecco cosa comprano i politici con i soldi pubblici

Le spese pazze della politica, adesso finite sotto i riflettori, sono sempre state mascherate come rimborsi elettorali o spese nell’esercizio delle proprie funzioni, anche se molto spesso questimborsi erano davvero fantasiosi. Emersi dopo lunghi accertamenti effettuati dalla Guardia di finanza sui rimborsi dei consiglieri regionali del Friuli Venezia Giulia, hanno aperto la strada anche a quelli più in vista della politica nazionale. La procura di Trieste sta emettendo i primi avvisi di garanzia all’indomani delle elezioni.

 

Tutti in discoteca! Tra le varie ricevute spunta chi ha chiesto ed ottenuto rimborsi anche per un solo caffè, ma gli inquirenti sbigottiti hanno accertato anche che un consigliere Friulano ha utilizzato fondi dei gruppi per una serie di drink in una discoteca.

 

A Natale puoi! C’è chi invece, alla vigilia di natale, con i soldi pubblici ha deciso di fare un abbondante spesa presso una pescheria non limitandosi ad una sobria cenetta, ma acquistando ostriche, aragoste e pesci pregiati, per allietare i propri ospiti, e non tirar fuori il portafoglio personale.

 

Scacciacani o scaccia finanzieri? La spesa più pazza è stata quella presso un armeria; ben tre scontrini rimborsati dai soldi pubblici per l’acquisto di una scacciacani da quindici euro. Come farà il consigliere a dimostrare che era una spesa di rappresentanza dovremo aspettare gli interrogatori dei finanzieri, nel frattempo ci facciamo una risatina molto amara.

In vista delle elezioni voglio farmi più bello! Spuntano ricevute alla Corte dei conti anche per trattamenti estetici. Certo davanti agli elettori bisogna essere sempre in forma, abbronzati e depilati, anche se non credo che gli stessi elettori sappiano che gli hanno gentilmente offerto il trattamento completo. Una volta scoperto il consigliere e messo in piazza non credo che gli basterà un centro estetico per rimettersi in forma. Nella lista non potevano mancare pentole, mobili, lampadari e anche scarpe.

Siamo tutti compratori con i soldi degli altri!

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *