Elezioni: ottimo risultato della destra, ecco i trombati eccellenti

Il vincitore delle ultime elezioni regionali è evidentemente l’astensionismo, che segna profondamente anche quelle regioni come l’Emilia Romagna e la Toscana che per tradizione sono molto presenzialiste ai seggi.

Evidente è il risultato della Lega Nord nel Nord Italia che si riconferma in Veneto il primo partito e che elegge come governatore della regione Luca Zaia attuale ministro dell’Agricoltura. Se al photofinish il centro destra si aggiudica il Lazio e il Piemonte, qua e là vi sono stati risultati alquanto deludenti per alcuni esponenti di spicco del governo Berlusconi.

Il ministro Renato Brunetta candidato sindaco nella Venezia del post Cacciari non ha avuto la meglio sul candidato del centrosinistra Giorgio Orsoni che totalizza un bel 51%. Sconfitta in questo caso non tanto merito del centro sinistra quanto demerito del PdL che non si presenta con la Lega Nord, la quale ovviamente ha presentato un proprio nome.

Ed ecco un’altra delusione per il governo Berlusconi: la sorprendente sconfitta di Roberto Castelli (attuale membro del governo ed ex ministro della Giustizia di qualche legislatura fa, sempre nel governo Berlusconi) a Lecco, da sempre feudo della Lega Nord.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *